Schizofrenia.

Ho partecipato a un confronto con Mario Borghezio, l’europarlamentare della Lega che porta a passeggio i maiali sui terreni dove dovrebbero sorgere le moschee.
Secondo lui la soluzione di tutti i mali è il federalismo. Gli ho risposto che secondo me la Lega ha una visione schizofrenica del federalismo.
Infatti, bastano due esempi: a Roma la Lega ha votato per il blocco della class action sulla testa dei cittadini, e lo stesso ha fatto votando a favore della privatizzazione dell’acqua sulla testa degli amministratori locali.
E questo perché la Lega fa finta di essere federalista ma in realtà obbedisce a Bossi.

Federalismo di cartone.

goccia_d_acqua

La Lega, alla Camera, ha votato a favore della privatizzazione dell’acqua. Narduzzi, capogruppo del Carroccio in Consiglio regionale, afferma: “L’acqua deve restare un bene pubblico e non deve essere ceduta ai privati, ma a volte si devono trovare dei compromessi…”.
Ormai la Lega e’ costretta ad acrobazie dialettiche per continuare a raccontare ai suoi elettori la favola del federalismo, si e’ accomodata per bene sulle poltrone di Roma e vi ha appreso tutte le sfumature della piu’ schietta gestione centralista, delegando ai suoi uomini in periferia il compito di lanciare proclami e fare la faccia feroce.
Il dato di fatto é semplice e inoppugnabile e cioe’ che il Carroccio sacrifica il suo federalismo di cartone sull’altare della governabilità e ne fa quotidiana merce di scambio con il Pdl.